Latest Posts

“Si può scherzare sul Papa, ma non sul M5S”

FiorelloIn televisione non si va, soprattutto se sei femmina. Se voglio ci vado solo io. Il pensiero politico è unico, non sono ammesse deroghe né eventuali varianti al pensiero da parte di dissidenti in seno al movimento. Ma Beppe Grillo è un populista o un demagogo? E, soprattutto, perché nessuno si può permettere di fare dell’ironia sul Movimento 5 Stelle?

È quello che si è chiesto, insieme a molti altri, Fiorello colpevole di avere ironizzato su Vittorio Crimi, capogruppo del M5S al Senato, che, forse troppo stanco per i gravosi impegni politici, s’è fatto una piccola pennichella in aula. Lo showman ha pubblicato su youtube e linkato poi sul suo profilo Twitter (@edicolafiore) un video in cui prendeva in giro Crimi, imitandolo con accento del sud. “Ero in collegamento telepatico con Casaleggio, ma purtroppo era occupato perché Casaleggio in quel momento era in collegamento telepatico con Grillo” lo imita Fiorello.

Drammi, tragggedie, onta e indignazione. Su Twitter si è scatenata una vera rivoluzione: i grillini, irritati per la somma offesa ad uno dei loro, hanno immediatamente attaccato il comico siciliano. “Ah già dimenticavo! Il divieto di satira su M5s (brutta o bella che sia). Qualcuno mi spieghi perché si può scherzare su tutto (Papa compreso) ma non su Crimi?” ha risposto Fiorello. Ma i tempi della dittatura non erano lontani?

 

Pinella PETRONIO

Latest Posts

Edicola

Edicola