Latest Posts

Sanremo 2014: Arisa e non solo

Come ogni anno, siamo giunti alla fine dell’edizione e ormai lo possiamo dire: Sanremo è sempre Sanremo…

Cristiano De Andrè si è portato a casa il premio della Critica e il premio come miglior testo,Rocco Hunt ha vinto il premio delle nuove proposte, con un brano sulla Terra dei fuochi, molto attuale e in versione rap. A tirare su la statuetta, all’una di notte passata è stata Arisa, che ha vinto dopo uno scontro diretto contro Renzo Rubino , terzo classificato e Raphael Gualazzi in coppia con the Bloody Beetroots al secondo posto (inaspettato). Francesco Renga, invece, dato per favorito non si è portato a casa nulla, solo molti complimenti dalle donne che sono impazzite per lui e per i suoi ricci… Ambra, (Angiolini, sua compagna da molti anni) tienitelo stretto!…

A parte gli ospiti, e la musica, il tema di questa edizione è stato ‘La bellezza‘. E circa questo argomento se ne è molto parlato durante tutte e cinque le serate. Luciana Littizzetto ha detto che la bellezza sta nella differenza, nella stranezza. Claudia Cardinale non si è mai ritenuta una bellezza. Maurizio Crozza invece sostiene che la bellezza è italiana. La bellezza delle parole, di Alberto Manzi, pronunciate da Claudio Santamaria “Ricordatevi che mai nessuno potrà bloccarvi se voi non lo volete, nessuno potrà mai distruggervi, se voi non lo volete”. Alla bellezza della sincerità di Arisa che alla domanda: “Come va, sei felice? Hai vinto!” risponde: “E’ tutto ok“. A Pif che ha fatto vedere la bellezza del dietro le quinte del suo San Romolo. Lui, il re del Festival Fabio Fazio, ieri a Che tempo che fa ha confessato che ci sono stati per lui dei momenti di eccezionale bellezza e che se glielo chiedessero il Festival lo rifarebbe per altre 10 volte a prescindere dai dati d’ascolto. Fabio, è una promessa o una minaccia?

Latest Posts

Edicola

Edicola