Latest Posts

Paillettes e lustrini al Quirinale

silvio-veronica-lario

Italiani popolo di bontemponi. Forse il troppo caldo che in questi giorni ha assalito Roma ha fatto uscire di testa i parlamentari che durante le elezioni del dodicesimo Presidente della Repubblica hanno dispensato votazioni a caso.

Seguendo in diretta le votazioni e lo spoglio, più che in Parlamento sembrava di essere al cinema e di vedere sul grande schermo Claudio Bisio in “Benvenuto Presidente”. Peccato però che non fosse un film ma la triste realtà. Giorni e giorni per eleggere un Presidente della Repubblica, che i cardinali provenienti da mezzo mondo hanno fatto prima con Papa Francesco. Cose che manco i liceali quando scelgono il presidente d’istituto.

Se poi ci mettiamo Quirinarie, nomi improponibili sciorinati all’ultimo minuto, impensabili abbracci fraterni tra Pier Luigi Bersani e Angelino Alfano che neppure il miglior regista della più grande pellicola fantascientifica, sembrava di stare su “Scherzi a parte”. Ma vogliamo essere buoni e dare a Cesare quel che è di Cesare, premiando la fantasia del voto dei nostri parlamentari.

Tra chi ha scelto imperterrito di dare il proprio voto allo chef Franco Marino convinto si trattasse del più celebre sindacalista Franco Marini, c’è anche chi ha pensato all’omonima “Valeriona”: più glitter e paillettes per tutti! Politici fashionisti hanno dato la propria preferenza a Santo Versace, brillanti cinefili scelto il conte Mascetti, alias Ugo Tognazzi in “Amici miei”, bontemponi (sicuramente di sinistra) espresso la propria simpatia per Veronica Lario, ex moglie di Silvio Berlusconi, mentre irreducibili amanti di “Report” e astrofisica hanno optato per Milena Gabanelli e Margherita Hack.

Andrebbe invece fatto un monumento alla Presidente della Camera Laura Boldrini, per l’eleganza e la serietà dimostrata nel momento dello spoglio: nonostante l’ironia delle votazioni, l’onorevole è rimasta imperturbabile, non lasciandosi sfuggire nemmeno mezzo sorriso quando ha letto il nome di Rocco Siffredi. Un presidente di larghe… vedute.

Giulia DONDONI

Latest Posts

Edicola

Edicola