Latest Posts

Oscar Pistorius: trovata una mazza insanguinata e steroidi nella sua casa

Continua la detenzione in carcere dell’ex stella della corsa Oscar Pistorius che, per via della sua disabilità, viene trattato in modo particolare nel carcere. Isolato da tutto e da tutti, mangia solo il cibo che gli viene portato dalla sua famiglia, è controllato 24 ore su 24 perchè si teme che possa fare una sciocchezza e suicidarsi dopo che è stato arrestato per l’omicidio della fidanzanta, la modella Reeva Sreenkamp uccisa con 4 colpi di pistola.

Mentre inizialmente si era parlato di un tragico errore e Pistorius si era difeso ora la sua situazione si aggrava sempre di più. Nella sua abitazione infatti sarebbero stati trovati steroidi proibiti, che avrebbero potuto provocare attacchi di rabbia improvvisa. “Sono state ritrovate delle droghe steroidee oltre all’evidente pesante consumo di alcol.” ha rivelato una fonte vicina agli investigatori “Per questo la polizia ha ordinato che venissero fatti dei test specifici per verificare la presenza di droghe” è stato rivelato, poichè potrebbero essere state proprio queste droghe a portare il campione di Pretoria a commettere l’omicidio.

Secondo altre fonti Pistorius, subito dopo l’omicidio di Reeva, avrebbe confessato chiamando il suo migliore amico alle 3,55: “Ho ucciso la mia bambina. Dio mi prenda con sé”avrebbe detto. Infine è stata trovata nella sua abitazione una mazza da cricket insanguinata “La scientifica dirà a chi appartiene quel sangue”, ha spiegato City Press, secondo gli investigatori Pistorius l’avrebbe usata per colpire la Steenkamp fracassandole il cranio durante la lite.

Sarebbe stato un probabile tradimento, oppure solo il sentore di ciò a scatenare l’ira di Pistorius che avrebbe deciso di uccidere la fidanzata. L’alibi dell’errore intanto non regge più dopo che i nastri della videosorveglianza hanno rispreso la bella modella, fidanzata di Pistorius, entrare nello stabile in cui abitavano alle 18.

Di Valentina Vanzini

Latest Posts

Edicola

Edicola