Latest Posts

Muccino vs Muccino. Silvio contro Gabriele

muccinoSe Gabriele Muccino mi suonasse alla porta, io non gli aprirei“. Queste sono le parole di Silvio, il fratellino del noto regista, che seduto sulla poltrona di Massimo Giletti ha raccontato vicende private della loro famiglia. “E’ molto difficile per me parlare della mia famiglia. L’ho amata profondamente, ma era costruita su dinamiche che mi facevano del male. Esistono due facce della nostra famiglia” ha spiegato l’attore aggiungendo: “La famiglia nella quale sono nato era disgregata. Il matrimonio dei miei genitori era alla deriva e il mio ruolo era fare da collante. Io sono arrivato per unire la famiglia. E mi si diceva sempre che dovevo essere grato perché mio padre era rimasto con mia madre. Il malessere subito in famiglia è stato elaborato in maniera diversa fra me e mio fratello Gabriele. Lui l’ha portato fuori, anche con atteggiamenti fisici violenti“.

Silvio parla anche del matrimonio, brutalmente finito, tra Gabriele e l’ex moglie Elena, violoncellista: “Lei spesso mi raccontava che lui veniva alle mani ed era violento e aggressivo. Ci sono stati ripetuti episodi di violenza domestica. Un’estate poi eravamo nella casa di campagna di Gabriele. Lui era innervosito e andò in camera da Elena. Quando mi avvicinai alla porta vidi lei uscire con una mano sull’orecchio e le lacrime agli occhi. Non sentiva più niente: uno schiaffo le aveva perforato un timpano e ha dovuto subire una timpano-plastica per riacquisirlo in parte“.

Alla domanda sul perdono risponde cosi: “Perdonare significa lasciare andare. Ora gli chiedo di lasciarmi andare avanti con la mia vita“. Ora si attende la risposta di Gabriele che, sicuramente, non tarderà ad arrivare. 

Latest Posts

Edicola

Edicola