Latest Posts

Justin Bieber, faccia d’angelo e temperamento da 2Pac

justin-bieber-hot

Da sfigatello di YouTube a maxi star internazionale, ne ha fatta di strada Justin Bieber. Negli ultimi mesi il cantante canadese idolo di ragazzine under 18 in preda a tempeste ormonali che si fanno chiamare Beliebers (e seminano paura e panico su Twitter) non ha fatto altro che mostrare il proprio temperamento da bad boy, forse per far vedere che è cresciuto e che ha superato la maggior età, pur mantenendo una faccetta d’angelo, o forse sarebbe meglio dire da chierichetto.

La personalità turbolenta del cantante emergerebbe ogni giorno di più: dalle immagini che lo ritraggono mentre fuma marijuana a quelle che lo immortalano mentre se la prende con un paparazzo, c’è chi ha attribuito questo cambiamento a compagnie sbagliate o semplicemente alla repentina quanto precoce fama del giovane. Secondo le fonti di “Tmz”, nota rivista americana specializzata in gossip, Justin Bieber avrebbe iniziato a fare il duro in seguito alla fine della storia d’amore con Selena Gomez, la bambina prodigio della Walt Disney. Un cuore spezzato che trabocca di dolore, sentimento che si ripercuote negli atteggiamenti irrequieti del cantante. Sì perché nonostante la Gomez abbia troncato la love story, continua a mandare sms all’ex che per questo proverebbe rancore e rabbia.

E allora Justin che fa? Non si compra un cagnolino o un tenero micetto, bensì una scimmietta che sarebbe stata fermata durante il tour tedesco del cantante e che avrebbe provocato il disgusto di un veterinario austriaco: «Portare in giro per il mondo una scimmietta di sole 14 settimane, facendole fare continui viaggi aerei – ha detto il dottor Grabenwoeger – è semplicemente mostruoso. Questo tipo di scimmie avrebbero solo bisogno di restare con la propria madre per almeno un anno, ma dovrebbero essere circondate anche dal loro gruppo famigliare. Sono esseri viventi, non accessori per celebrità come una borsetta».

Ciononostante la sua popolarità continua a crescere, vantando oltre 37milioni di follower su Twitter. Perché è proprio qui che le sue fan si incontrano, scontrano e se la prendono con chi non apprezza il cantante, come è successo a Selvaggia Lucarelli, mira delle Beliebers perché in un suo articolo del quotidiano “Libero” aveva scritto: “Noi amavano i maschi che scattavano appena annusavano odore di Feromone, le bimbominkia d’oggi amano i maschi che scattano quando annusano l’odore del nostro bagnoschiuma alla vaniglia”. Così le fan hanno risposto alla blogger e conduttrice: “Carissima, hai sbagliato proprio strada, ti stai mettendo contro più di 70.000.000 di ragazze. Vedremo chi è la bimbaminchia”, oppure “Saremmo anche bimbominchia, ma non vendiamo il nostro corpo solo per il successo come ha fatto lei negli anni passati”. Risposte che sanno di minaccia, ma dal proprio profilo la Lucarelli non ha certo perso occasione per farsi due risate, lanciando strali dal suo account: “Da due giorni sotto l’attacco dei tredicenni. Quasi mi prendo la Corea del Nord e cedo a Obama i bimbominkia”; “Volevo ringraziare le bimbeminkia perchè grazie a loro oggi c’ho il klout più alto di Justin Bieber. Tiè”.

Ad alimentare l’idolatria per il cantante, perché non potremmo chiamarla altrimenti, ci si sono messe anche cinque scuole norvegesi che, in vista del tour di Bieber, hanno deciso di spostare gli esami di metà corso, temendo che la maggior parte degli alunni impegnati nei test non si presentasse alle prove. Robe dell’altro mondo!

Noi, dal nostro piccolo, ci permettiamo di fare un accorato appello: caro Justin, sei così bellino che a fare il 2Pac della situazione non sei credibile. Dai retta a noi, torna nel seminato. Con affetto, IlGossip.com

Giulia DONDONI

Latest Posts

Edicola

Edicola