Latest Posts

Barbara Berlusconi in un’intervista “Mio padre, il Milan e Pato”

“Dal presidenzialismo al debito pubblico, mio padre ha lasciato troppe cose in sospeso. Per questo sta valutando di ricandidarsi. E il giudizio su di lui lo daranno solo gli elettori” a parlare è Barbara Berlusconi in un’intervista al settimanale Sette dove ha parlato della nuova candidatura di suo padre, del Milan e della sua vita.

“ha certamente il merito di aver inventato il bipolarismo e di aver svecchiato il linguaggio paludato della politica italiana, ma non ha centrato altri obiettivi, come ridurre il debito pubblico e fare la riforma istituzionale” ha detto riferendosi al governo precedente

Poi parla anche degli altri politici e da le sue opinioni “Da Angelino Alfano mi aspettavo un po’ più di coraggio e di modernità, più idee e meno riunioni di partito” spiega “Mentre Matteo Renzi mi ha deluso. Commette un errore strategico. Non dovrebbe puntare alla guida del Pd ma del Paese”.

Su matrimoni gay e pacs si è poi detta d’accordo mentre si è mostrata contraria all’adozione per gli omosessuali “certe scelte le trovo non naturali” spiega. Per quanto riguarda il Milan, di cui Barbara da qualche tempo si sta occupando per conto della famiglia dice “Mio padre e Adriano Galliani avevano deciso di tenere Thiago”

“Poi il Paris Saint Germain ha avanzato per entrambi i giocatori un’offerta irrinunciabile”. Nel corso dell’intervista non si è poi tirata indietro quando si è trattato di parlare della separazione dei suoi genitori: “Sono tornati a rivedersi soprattutto per stare con i nipotini, sono legatissimi a loro”.

Mentre del rapporto con la sorella Marina, con la quale in passato c’erano stati alcuni scontri dice “Andiamo d’accordo. Parliamo tantissimo. Poi, come in tutte le famiglie, spesso si hanno idee diverse dovute alle età diverse”. Infine, un riferimento alla sua storia con Alejandro Pato “Ho letto molte ricostruzioni fantasiose, ma è la mia vita privata”

Di Valentina Vanzini

Latest Posts

Edicola

Edicola